Il 25 aprile tanta solidarietà alla Corsa di Miguel

A Roma data nuova ma percorso antico con un’attenzione particolare alla disabilità

di Nando Aruffo

Conto alla rovescia per la Corsa di Miguel che il 25 aprile a Roma ricorderà la storia del maratoneta poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez con una gara di 10 chilometri che arriverà davanti alla Tribuna Tevere dello Stadio Olimpico, dove si concluderà anche la Strantirazzismo, la non competitiva di 3 chilometri per le scuole e le famiglie. 

La joelette è una carrozzina per persone con mobilità ridotta

La “corsa che fa correre tutti” avrà anche un suo versante paralimpico grazie alle ormai famose joelette, le carrozzine attrezzate che consentiranno a diverse persone con disabilità di essere trasportate da piccoli cortei di familiari e amici e di vivere la mattinata nella pancia del gruppo. L’avvento della joelette in Italia si deve soprattutto all’associazione Sod Running Italia che ha legato l’uso di questo mezzo al tema della ricerca per la lotta alle malattie rare. Con le joelette ci saranno anche i tricicli attrezzati dell’associazione Tetrabondi che offriranno un’altra opportunità di partecipazione anche ai più giovani. Tante le associazioni impegnate nel campo della solidarietà che faranno da compagne di viaggio alla gara del Club Atletico Centrale. Fra queste anche l’Associazione Italiana Arbitri. Lungo il percorso ci saranno tanti musicisti di strada e i versi della Nazionale Italiana dei Poeti. Il gadget simbolo dell’edizione sarà invece il manicotto di Miguel da usare durante il riscaldamento insieme con la tradizionale maglietta cult. Tutte le informazioni per le iscrizioni su www.lacorsadimiguel.it.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.