AtleticaGiochi OlimpiciParigi 2024

Atletica a Parigi 2024: sulla pista dei campioni 

La rubrica “Road to Parigi 2024” di Sportopolis dedicata a Olimpiadi e Paralimpiadi ci porta alla scoperta della storia olimpica del atletica. Statistiche, curiosità e fatti interessanti sulla partecipazione dell’Italia ai Giochi Olimpici in questo emozionante viaggio verso Parigi 2024.

di Chiara Aruffo

La storia dell’atletica

Pittogramma dell'atletica creato per Parigi 2024 (Copyright Olympics)
Pittogramma dell’atletica creato per Parigi 2024 (Copyright Olympics)

La storia dell’atletica segue di pari passo l’evoluzione dell’umanità, essendosi sviluppata a partire dalle attività umane di base quali camminare, correre e saltare. I Giochi Olimpici antichi comprendono gare di corsa e competizioni di lancio sono incluse nel pentathlon. L’atletica moderna si sviluppa alla fine del diciannovesimo secolo principalmente in nord Europa e nel 1880 viene fondata in Inghilterra la Amateur Athletic Association (AAA). Le prime Olimpiadi moderne di Atene 1896, che includono 12 discipline dell’atletica, danno un impulso forte alla popolarità di questo sport. Le donne gareggiano per la prima volta alle Olimpiadi ad Amsterdam 1928. I primi Mondiali di atletica si svolgono nel 1976, come risposta della IAAF alla decisione del CIO di cancellare la 50 km di marcia dal programma olimpico di Montreal (poi reintrodotta da Mosca 1980).

A livello internazionale, l’atletica è governata dalla World Athletics, precedentemente conosciuta col nome di International Amateur Athletic Federation (IAAF) e fondata nel 1912. In Italia, è sotto l’egida della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL), istituita nel 1906.

Timeline dell'evoluzione storica dell' atletica: dalla fondazione delle federazioni internazionali e nazionali alla sua storia olimpica. La rappresentazione visiva include importanti pietre miliari, dalla creazione delle prime federazioni di atletica fino ai momenti significativi nella storia olimpica di questo sport.

Una varietà di discipline

L’atletica è lo sport più rappresentato alle Olimpiadi, sia per partecipanti che per discipline. Il programma comprende corse su pista, concorsi, prove multiple e corse su strada.

Le prove su pista si svolgono all’interno di uno stadio su una pista lunga 400 m. La linea di traguardo è la stessa per tutte le discipline, il punto di partenza dipende invece dalla lunghezza della gara. Gli atleti si sfidano in gare di velocità, mezzofondo, fondo, corse a ostacoli e staffette. Solitamente gli atleti sono suddivisi in batterie e gli atleti più veloci procedono a quarti di finale, semifinali e finali. La novità di Parigi è la maratona di marcia staffetta mista.

I concorsi comprendono prove di salto e prove di lancio: in questo caso gli atleti si cimentano uno alla volta nelle loro prove. La prima fase di qualificazione determina l’accesso alle finali. Le prove di salto includono salto in alto, salto con l’asta, salto in lungo e salto triplo. Le prove di lancio comprendono lancio del peso, lancio del disco, lancio del martello e lancio del giavellotto. Le gare su strada includono la maratona, considerata la gara principe delle Olimpiadi,  e le prove di marcia. Le prove multiple sono il decathlon (10 discipline) per gli uomini e l’eptathlon (7 discipline) per le donne. La competizione si svolge nell’arco di due giorni e include prove su pista, prove di salto e prove di lancio.  

Quattro dei cinque ori olimpici azzurri di Tokyo 2020 dell’atletica: Marcell Jacobs, Antonella Palmisano, Massimo Stano e Gianmarco Tamberi – foto Colombo/FIDAL e World Athletics

Giochi Olimpici

Rappresentazione grafica della performance dell'Italia nell' atletica durante le Olimpiadi e i Giochi Olimpici, includendo dati statistici aggiornati.

L’atletica è tra gli sport inclusi nel programma delle prime Olimpiadi moderne di Atene 1896. Le discipline presenti sono 12: prove su pista, salti, lanci e la maratona. Il programma maschile è sostanzialmente invariato da Helsinki 1952 quando viene introdotta la 20 km di marcia, fa eccezione la temporanea esclusione della 50 km di marcia a Montreal 1976. Le donne gareggiano per la prima volta alle Olimpiadi ad Amsterdam 1928, con il programma che si è arricchito nel tempo e ricalca oggi quello maschile.Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 è stata la prima volta di un evento misto: la staffetta 4×400 m. A Parigi 2024, si aggiunge anche la staffetta mista della Marcia, inserita nel programma olimpico in sostituzione della 50 km di marcia maschile per garantire la parità di genere.  

Il medagliere olimpico vede al comando gli Stati Uniti con 827 medaglie (344 d’oro), seguita dalla non più esistente Unione Sovietica e Gran Bretagna.  

L’Italia ha partecipato 27 volte ai Giochi Olimpici, mancando l’edizione inaugurale di Atene 1896 e Saint Louis 1904. Si colloca al nono posto nel medagliere con 65 medaglie conquistate (24 d’oro). La prima medaglia azzurra viene conquistata da Emilio Lunghi negli 800 m a Londra 1908, nell’Olimpiadi ricordata per la drammatica vicenda di Dorando Pietri, squalificato nella maratona per essere stato sorretto da un giudice a pochi metri dal traguardo. Le prime medaglie d’oro arrivano ad Anversa 1920 con Ugo Frigerio nella marcia 3 km e 10 km. Il primo oro al femminile risale invece a Berlino 1936 con Ondina Valla negli 80 m a ostacoli.

Tra i trionfi indimenticati degli atleti azzurri: i 200 m di Pietro Mennea (Mosca 1980), il salto in alto di Sara Simeoni (Mosca 1980), la maratona di Stefano Baldini (Atene 2004). A Tokyo 2020, l’Italia ha raggiunto la sua migliore prestazione olimpica di sempre nell’atletica leggera, conquistando cinque medaglie d’oro: Gianmarco Tamberi nel salto in alto, Marcell Jacobs nei 100 metri, Massimo Stano e Antonella Palmisano nei rispettivi 20 km di marcia e la staffetta 4×100 maschile: Lorenzo Patta, Marcel Jacobs, Esaosa “Fausto” Desalu e Filippo Tortu

Parigi 2024

Alle Olimpiadi di Parigi 2024 sono in programma 48 eventi di atletica Parteciperà un totale di 1810 atleti (905 uomini e 905 donne).  

Le qualificazioni individuali possono essere ottenute in due modi: raggiungendo il minimo entry standard nel periodo di qualificazione o in base alla posizione del ranking mondiale. Diverso il discorso per le staffette, dove per ogni evento ci sono 16 pass a disposizione delle squadre. La maggior parte dei pass olimpici è assegnata ai World Athletics Relays 2024. Inoltre due pass sono distribuiti in base al World Athletics Performance Lists in data 30 giugno 2024. Ogni nazione può qualificare un massimo di tre atleti per evento, due squadre negli eventi di squadra e una staffetta per evento.  Non è prevista nessuna quota per la Francia, nazione ospitante. Nonostante non ci siano ufficialmente posti universalità, una nazione non qualificata o nelle quali sia qualificato un/una solo atleta può iscrivere il/la migliore atleta (in base al ranking) in un evento tra 100 m, 800 m o maratona.  

Eventi maschiliEventi femminiliEventi misti
100 m100 m4x400 m staffetta
200 m200 mMaratona di marcia staffetta
400 m400 m
800 m800 m
1500 m1500 m
5000 m5000 m
10000 m10000 m
110 m ostacoli100 m ostacoli
400 m ostacoli400 m ostacoli
3000 m siepi3000 m siepi
4x100 m staffetta4x100 m
4x400 m staffetta4x400 m
Salto in altoSalto in alto
Salto con l'astaSalto con l'asta
Salto in lungoSalto in lungo
Salto triploSalto triplo
Lancio del pesoLancio del peso
Lancio del discoLancio del disco
Lancio del martelloLancio del martello
Lancio del giavellottoLancio del giavellotto
DecathlonDecathlon
Marcia 20 kmMarcia 20 km
MaratonaMaratona
Statistica degli eventi di atletica alle Olimpiadi e Giochi Olimpici di Parigi 2024: illustrazione grafica con dati e cifre aggiornate.

Foto di copertina: FIDAL/Giancarlo Colombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *